Dicembre 2006

E' tutto una ruota che gira…

La vita, la famiglia, il lavoro e non per ultimo il Club...

Il mese passato abbiamo assistito alla defezione di alcuni membri, nella fattispecie un effettivo ed un hangaround; il primo ha addotto motivazioni personali e il secondo è semplicemente sparito dalla circolazione.

E' sempre spiacevole assistere all'abbandono di un fratello, specialmente dopo che questo si è fatto veramente il culo per raggiungere lo status di full color.
Comunque come già detto, è tutto una ruota che gira; forse arriveranno ragazzi nuovi e forse questa volta nel Club troveranno una ragione di vita come è già successo ad alcuni dei loro predecessori.
Sono (e parlo a livello strettamente personale) veramente deluso da questo tipo di comportamento; poi ripenso a tutti quelli che invece rimangono, stringono i denti e capiscono che il gioco vale la candela, che il Club è importante, lo è stato per altri prima di loro e sicuramente lo sarà per i prossimi che arriveranno.
Penso a quelli di noi che capiscono quanto infinitamente valgano le emozioni che una famiglia come la nostra sa dare, una famiglia che si stringe attorno ad un fratello in difficoltà, che supporta e spinge i nuovi ragazzi ad apprendere le regole non scritte della strada, che traccia un percorso e lo percorre con il massimo della coerenza possibile, che rispetta e che esige di essere rispettata.
Da tutto ciò nasce uno spirito unico, senz'altro comune a molti altri Clubs; uno spirito che ci brucia in petto ogni volta che i nostri colori girano su lunghe strisce d'asfalto, che ci fa esaltare davanti ad un raduno ben fatto e che ci rende orgogliosi di vivere in Clubhouse.



"Street Diamonds 1998 Ferrara"
Motoclub F.M.I.