Marzo 2007

Stavolta ci hanno preso in castagna...

Anche noi “piccolo Club di periferia” siamo stati additati come gruppo di facinorosi che facendosi beffa del blocco regionale del traffico (blocco? Boh?!) hanno portato rumore e scompiglio in Argenta (mi pareva Argenta, ma forse era Hollister); gli articoli incriminati, apparsi su “La Nuova Ferrara” non hanno tenuto minimamente conto del perché si era lì e quale servizio abbiamo svolto.

Vero è che la conoscenza infusa non è peculiarità di nessuno, ma è altrettanto vero che parlare, in questo caso scrivere, senza sapere le cose, può essere peculiarità di molti sciocchi; come volevasi dimostrare lo scribacchino di turno ha condito il suo timido articolo con una nota in cui ci incriminava di non essere rispettosi delle regole del vivere civile, ma spieghiamo il fatto partendo da tergo.

L' associazione motociclistica Street Diamonds, è presente sul territorio di Argenta e nella provincia di Ferrara sin dal 1998, anno dal quale, la suddetta associazione non si è mai tirata indietro da collaborazioni con il Comune di Argenta e con altre associazioni esistenti nella cittadina.
Tra le proprie iniziative l'associazione può annoverare: la manifestazione dei “Babbo Natale in Moto” che si è svolta in Argenta, negli anni passati, nel mese di Dicembre/Gennaio (lì nessun giornalista ha fotografato noi terroristi, troppo freddo, n.d.a.), svariate donazioni di beneficenza ad enti vari presenti nella provincia di Ferrara, rese possibili dal buon esito del nostro raduno annuale (anche lì poche foto, troppo caldo, visto che è Agosto), ed infine il servizio di assistenza per il carnevale di Argenta, con un singolo giro in moto della piazza assieme ai carri di carnevale, che abbiamo compiuto sia l'anno passato che quello corrente, (lì la foto ce l'hanno fatta, ma solo mentre non pioveva: mentre noi svolgevamo il nostro compito invece di acqua ne scendeva).

Ciò esposto voglio solo specificare che nessuno ha fatto niente di propria iniziativa, ma è stato tutto concordato con il Comune ospitante; nessuno ha fatto il cretino, se non per fare un po' di rumore; nessuno ha affumicato bambini con il gas di scappamento, anzi erano proprio questi i più esaltati; nessuno ha fatto niente se non il proprio mestiere, come del resto lo ha fatto chi, scrivendo gli articoli di cui sopra (peraltro dimostrando che per scrivere sul giornale basta proprio poca professionalità e poca voglia di conoscere situazioni e persone) si è reso bersaglio delle nostre osservazioni.

Nutro poche aspettative sul fatto che il giornalista che ha scritto di noi possa leggere questo editoriale; nel caso in cui accada invito personalmente lo stesso a contattarci per avere anche il nostro punto di vista in merito, per prendere visione del nostro curriculum di iniziative, per chiarire che i motociclisti , nella fattispecie NOI STREET DIAMONDS, non sono dei buffoni, e per spiegargli che i carri erano trainati da trattori, con tubo di scappamento verticale, non penso dotati di filtro anti-particolato, non alimentati a benzina verde, e soprattutto non euro 4, e che scaricavano, a occhio e croce, in bocca ai bimbi.

Rimane comunque un fatto: dieci righette su un giornale non cancelleranno mai ciò che siamo: persone pulite, trasparenti, con una sola parola, chiara, anzi, cristallina, e con troppa (forse, per alcuni) voglia di fare e di essere presenti in una zona della provincia che sentiamo anche un po' nostra benché il 90 % del gruppo sia residente almeno a 40 km dalla cittadina.
Data l'eleganza che ci contraddistingue, porgo subito le mie scuse, nel caso che qualcuno possa ritenersi offeso dal tono sarcastico di questo editoriale, ma, in fondo, come quelle scritte sul giornale, anche queste sono solo parole, o no?

Peace Brothers!


"Street Diamonds 1998 Ferrara"
Motoclub F.M.I.